Sui laghi ghiacciati

Lago di Resia
Il trecentesco campanile di Curon che sbuca solitario dalla superficie imbiancata del Lago di Resia è lo spettacolare punto di riferimento anche per chi si diverte con i pattini. Si scorrazza in libertà nell’area del bacino artificiale più vasto dell’Alto Adige,oppure sulla pista agonistica che viene preparata durante il cuore della stagione. il circuito lungo circa 10 chilometri consente di effettuare il percorso completo dello specchio d’acqua.

Laghi di Misurina e di Antorno
Ai piedi delle Tre Cime di Lavaredo si pattina in libertà sulle pendici del celeberrimo Lago di Misurina, in Veneto e sul più piccolo Lago di Antorno, distante appena un chilometro dal fratello maggiore. Proprio per la quota elevata, il Lago di Misurina (1.754 metri) non è sempre agibile, soprattutto per l’abbondanza di neve che non viene sgomberata a uso degli skater. Al contrario, sul Lago di Antorno viene preparata e resa ben scorrevole anche una pista che agevola il compito ai neofiti (o agli amanti della velocità). In occasione di eventi organizzati ci si può divertire anche dopo il calare del sole.

Lago di Serraia
L’Altopiano di Piné è noto tra i pattinatori per l’Ice Rink, l’anello naturale di 400 metri sul quale si allenano e si s!dano i campioni dello skating di velocità. È piacevole osservarli, ma poco distante da qui, di fronte al paese di Baselga di Piné si trova il Lago di Serraia, uno dei bacini più estesi del Trentino. Sulla sua super!cie si svolgevano sfide internazionali di pattinaggio e hockey già all’inizio dell’800. Oggi, complici anche le grandi dimensioni, questo è diventato un campo giochi amatissimo. Aperto a tutti, campioni e non.

button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *