Fotografare l’acqua con la tecnica effetto seta

Chi pratica il mondo della fotografia avrà visto quasi sempre delle foto di ruscelli, cascate, mari o laghi. Oggi impareremo come fotografare l’acqua, per rendere la nostra foto più accattivante sia come prima persona che come sfondo. Gli schizzi, i riflessi, il movimento sono elementi che danno sempre quel tocco di creatività e bellezza.

Fotografare l'acquaCi sono diverse tecniche e diversi modi per fotografare l’acqua, in questa rubrica andremo a vedere l’effetto seta il più utilizzato. Si parla di tempi abbastanza lunghi che permettono di creare quella scia di acqua non percepibile all’occhio umano.

Tecnica Effetto Seta: Consigli

Iniziamo con parlare dell’Iso e dell’apertura del diaframma per poi passare al segreto.

ISO e Diaframma

Per la iso dovremmo utilizzarla il più possibile bassa in modo da diminuire il rumore, mentre per l’apertura del diaframma cercheremo di impostare un valore da f/16 – f/22 in su. Se invece vogliamo avere l’acqua come soggetto principale con sfondo sfocato ci basta abbassare la f, quindi avere un’apertura un pò più grossa.

Il tempo di Esposizione

Il segreto che avrete già sentito parlare è nel tempo di esposizione, che dovrà essere molto lungo sopra 1″, regolato da 2 fattori:

  • La velocità dell’acqua.
  • E quello che vorrete ottenere.

Facendo un calcolo veloce, più è lenta l’acqua che scorre più il tempo di esposizione dovrà essere lungo. Se poi sbagliamo il tempo di esposizione, la foto non ci verrà un’acqua morbida ma senza pochi dettagli perché non ha tempo di prendere la scia dell’acqua.

Come potevate già capire dovete mettere in modalità manuale e come vi consiglio sempre fuoco manuale, così potrete regolare voi stessi, poi servirà 1 cosa che per un fotografo principiante che vuole diventare professionista non dovrà mai mancare.

  • Il treppiede, ci servirà sempre per fare questo tipo di foto, perché con la mano mi sembra quasi impossibile fare questo genere di foto.

Ultimo Consiglio e Concludiamo

L’ultimo consiglio che vi voglio dare è come regolare o ridurre la luce, esistono 3 modi.

  1. Il più economico è fotografare queste tipo di foto durante il tramonto o l’alba o se è nuvoloso così che la luce sarà molto minore, e potrete trovare i parametri sulla reflex molto più facilmente. O fotografare nei posti all’ombra o di notte utilizzando esposizioni oltre i 20″.
  2. Il secondo e il terzo metodo richiedo l’acquisto di 2 strumenti che ci potranno sempre tornare utili, quindi perché non comprarli. Il filtro ND (Densità Neutra), che in base alla trasparenza riportare sul filtro riesce a fotografare anche quando ci sono zone o giornate in piena luce.                                                                         Potrete trovare il filtro ND qui su Amazon.—-> Filtro ND
  3. Ultimo è utilizzare un filtro polarizzatore riduce il passaggio di luce sempre utile se manca il filtro ND. Potrete trovare il filtro polarizzatore qui su Amazon. —-> Filtro Polarizzatore

Correte subito a provare questa nuova tecnica e fatemi sapere con un commento come è venuta.

 

button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *